Normative Trasporti

Decreto Dignità: le novità per il settore degli autotrasporti

Dal 14 luglio saranno applicati provvedimenti per il rinnovo dei contratti a tempo determinato per gli autotrasportatori

Decreto Dignità: le novità per il settore degli autotrasporti

Lo scorso 2 luglio è stato approvato dal Consiglio dei Ministri il Decreto Dignità, un provvedimento che ha l’obiettivo di apportare misure immediate per aziende e lavoratori.
In particolare, per quanto concerne il settore autotrasporti, i cambiamenti si riferiscono soprattutto ai rinnovi dei contratti lavorativi.
Per i dipendenti, infatti, ci sono buone notizie riguardo alla durata massima dei contratti a tempo determinato, ridotti dai 36 ai 24 mesi, anche in caso di assunzioni in somministrazione attraverso agenzie per il reclutamento di personale, mentre le proroghe sono state limitate da un numero massimo di 5 rinnovi a 4, allo scopo di favorire le assunzioni a tempo indeterminato. Il decreto sarà applicabile a tutte le assunzioni a termine avvenute in seguito all’entrata in vigore dello stesso, ossia il 14 luglio 2018. Anche in caso di licenziamento sono cambiate le disposizioni, con un aumento degli indennizzi per i licenziamenti illegittimi dai 6 ai 36 mesi contro la durata precedentemente prevista dal Jobs Act compresa tra i 4 e i 24 mesi.
Sono state inoltre introdotte delle semplificazioni fiscali, in attesa che venga applicato il redditometro, nonché dei provvedimenti allo scopo di sfavorire la delocalizzazione del lavoro all’estero, in particolare per le aziende che hanno beneficiato di un incentivo da parte dello Stato per lo sviluppo della propria attività produttiva mediante una sanzione d’importo, che implica la restituzione da due a quattro volte del bonus ricevuto.



Tags: camionnormative